Copyright © 2018 Casa delle Terre Forti. All rights reserved. - P.I. 04978170878

Dintorni

A pochi chilometri di distanza dalla nostra residenza potrai scoprire alcune delle perle più preziose della Sicilia, luoghi da sogno visitati da viaggiatori di tutto il mondo. Dai borghi marinari senza tempo al vulcano più alto d’Europa passando per le viuzze chic e ricercate di Taormina. Cartoline perfette da usare come set per un servizio fotografico, luoghi senza tempo che evocano suggestione ad ogni scorcio.

Aci Castello

Il mare andavasi facendo di un azzurro livido, increspato lievemente, e seminato di fiocchi di spuma. Il sole tramontava dietro un mucchio di nuvole fantastiche, e l'ombra del castello si allungava melanconica e gigantesca sugli scogli.
(G. Verga)

Percorrendo il lungomare verso nord, oltre ai tradizionali limoni è possibile ammirare agavi e palme: queste ci accompagnano da Catania fino ad Aci Castello. Da lontano, ancor prima di arrivare, è possibile scorgere il Castello Normanno costruito in pietra lavica, a picco sul mare proprio nella piazza principale del paese. Per accedervi bisogna salire una scalinata in muratura e una volta arrivati in cima lo spettacolo lascia senza fiato: il mare sottostante e la riviera dei ciclopi poco distante offrono uno spettacolo suggestivo. All’interno del castello, un piccolo museo civico raccoglie scorci di storia: profumo del passato, bellezza dei tempi che furono.

Aci Trezza

Soltanto il Mare gli brontolava la solita storia lì sotto, in mezzo ai faraglioni, perché il Mare non ha paese nemmeno Lui, ed è di tutti quelli che lo sanno Ascoltare.
(G. Verga)

Acitrezza è un piccolo borgo, vicino ad Aci castello, noto per il famoso romanzo I Malavoglia, scritto da Giovanni Verga, che narra le vicende di una famiglia di pescatori del luogo. Acitrezza è dominata da un panorama unico. A farle da cornice, infatti, sono otto pittoreschi scogli basaltici: i faraglioni. La leggenda narra che furono lanciati da Polifemo a Ulisse durante la sua fuga. I vulcanologici, dopo diversi studi sulla lava, sono arrivati alla conclusione che il golfo Acitrezza– Aci Castello sia stata l’antica culla del vulcano Etna. Per chi desidera ammirare questo spettacolo da vicino, i faraglioni sono distanti pochi metri dalla riva.

Etna

Tutto ciò che la natura ha di grande,
tutto ciò che ha di piacevole,
tutto ciò che ha di terribile,
si può paragonare all’Etna
e all’Etna non si può paragonare nulla.

(D. Vivand Denon, Voyage en Sicile)

L'Etna, il vulcano più alto d'Europa (patrimonio dell’Unesco dal 2013) domina tutto il territorio attorno alle Aci. Imponente, maestoso, la sua sagoma torreggia sopra il limpido mare Jonio che lambisce la roccia lavica della costa. Il fascino del vulcano è indescrivibile: impossibile sfuggire al suo richiamo, ispiratore di filosofi, poeti e viaggiatori, un luogo ricco di storia e di mistero, protagonista, fin dai tempi remoti di numerose leggende e miti.

Taormina

“Se qualcuno dovesse passare un solo giorno in Sicilia e chiedesse: "Cosa bisogna vedere?" risponderei senza esitazione: "Taormina".
(Guy de Maupassant)

A Taormina favola e realtà si fondono in un paesaggio unico. Taormina non è un luogo, è un mito: senza tempo né spazio. Taormina è poesia, arte, storia, cultura. Musa ispiratrice di antichi poeti e scrittori. Una finestra aperta sulle meraviglie dell’isola, sull’atavica bellezza di coste ricche di storia e di leggenda. Taormina è romanticismo. È una tappa d’obbligo per chi si trova nelle vicinanze, una favola antica che racchiude eleganza e modernità.

TORNA SU